Stop alla delocalizzazione e ai licenziamenti di GITIESSE

Questa mattina abbiamo incontrato una delegazione di lavoratori di Gitiesse, azienda appartenente al gruppo Eaton, che opera nel settore navale offrendo soluzioni integrate per le comunicazioni interne e per la distribuzione di allarmi e segnali nonché nel settore dell’oil & gas. I lavoratori ci hanno illustrato una situazione molto preoccupante: la decisione di Gitiesse di delocalizzare la produzione e procedere al licenziamento di 31 addetti su un totale di 52. Nonostante le difficoltà affrontante da Gitiesse non riteniamo che vi siano ragioni sufficienti per avviare questo tipo di procedure e per chiudere l’attività di produzione a Genova. Appare invece concreta e praticabile la possibilità di una sinergia fra Eaton e alcuni importanti gruppi industriali presenti sul territorio genovese.

Martedì i lavoratori hanno annunciato la loro presenza in Consiglio regionale e chiediamo a Rixi e Toti di attivarsi immediatamente nei confronti dell’azienda per chiedere la sospensione dei licenziamenti e l’attivazione immediata di un tavolo con le organizzazioni sindacali e la Confindustria. Crediamo anche che, come primo atto della nuova amministrazione comunale, il sindaco che verrà eletto domenica dovrà occuparsi seriamente di questa vicenda, insieme al Municipio Valpolcevera.

I consiglieri regionali del Pd Pippo Rossetti e Giovanni Lunardon.

 

By |2017-11-05T15:11:56+00:00Giugno 21st, 2017|Articoli, Comunicati stampa, Territori|0 Comments

About the Author: